App Native vs app web. La vittoria degli ibridi.

Possiamo smettere di lottare in questa tremenda battaglia tra le App Native e le App Web? Anche molte app per dispositivi mobili sono ibridi. Andiamo oltre!

James Long, uno sviluppatore per Mozilla (ed un proponente del web) insiste nell’affermare che le app web non potranno mai competere con lo sviluppo delle app native. Mai. E anche se Long in questa affermazione vuole essere intenzionalmente provocativo, tuttavia potrebbe anche essere nel giusto.
Ed allo stesso tempo è sempre più chiaro ed evidente che questo dibattito non interessa a nessuno.

Forrester insiste che si tratterà di un ritorno al futuro, in cui le app native dominavano nei client server ma le app web sono e restano quelle predominanti. E la storia si ripeterà per la telefonia mobile. Probabilmente.

Ma se la ReactJS di Facebook può fornire una qualsiasi indicazione, allora il futuro non sarà né nativo né web, ma soprattutto ibrido. Ed in realtà questo futuro è già esistente qui ed ora.

Continue reading App Native vs app web. La vittoria degli ibridi.

La riorganizzazione di Google in Alphabet potrebbe essere un totale disastro.

É probabilmente la notizia dell’estate: il co-fondatore di Google, Larry Page, ha scioccato il mondo dell’informatica e non solo rinominando e riorganizzando la sua compagnia, che ora si chiama Alphabet.

Google, come l’abbiamo intesa fino a pochi giorni fa, è adesso una delle sei sotto-divisioni in cui è stato ripartito il colosso di Mountain View.

Analisti sell-side e investitori hanno reagito in maniera entusiasta e anche Wall Street ha accolto positivamente la notizia della ristrutturazione, tanto che dopo l’annuncio le azioni hanno guadagnato in una sola giornata il 4%.

Eppure questa trasformazione potrebbe essere un totale disastro.

Continue reading La riorganizzazione di Google in Alphabet potrebbe essere un totale disastro.

C’è un grosso ed enorme problema nella strategia di Microsoft per Windows 10

Un’enorme parte della strategia Microsoft per il nuovo Windows 10 si basa su quelle che vengono chiamate le ‘Universal Windows Apps‘.

L’idea su cui si basa questa nuova strategia è molto semplice, soprattutto per i consumatori: se comprano una app dal Windows Store, essa potrà funzionare esattamente nello stesso modo sul telefono, sul tablet, sul computer ed eventualmente anche sula console dei video game Xbox One, perché è caratterizzata dallo stesso programma su ogni piattaforma.

Ma presenta un grosso enorme problema.

Continue reading C’è un grosso ed enorme problema nella strategia di Microsoft per Windows 10

Apple ha bisogno di una nuova strategia per l’iPad

L’iPad si è rivelato un prodotto fondamentale, che ha fortemente trainato l’importanza del brand Apple, e che ancora occupa la fetta maggiore nel mercato dei tablet. Tuttavia, oggi questo prodotto si ritrova a guidare una categoria che ha perso il suo momento propizio ed altri prodotti ne stanno limitando la capacità di espandere il proprio mercato ulteriormente.

Continue reading Apple ha bisogno di una nuova strategia per l’iPad

I 7 migliori framework Hybrid

Non c’è stato mai un tempo migliore per imparare qualcosa sullo sviluppo delle applicazioni per i device mobili. Per comprendere o realizzare molte di queste app non c’è neanche bisogno di avere delle conoscenze informatiche nè di sapere cosa sia lo sviluppo della app native. Si può iniziare con una semplice conoscenza dei codici HTML, CSS e JavaScript. A differenza dello sviluppo delle app native per cellulari, le applicazioni per cellulare che utilizzano le tecnologie web possono supportare molte piattaforme mobili.
Ci sono vari strumenti e framework disponibili che possono aiutarvi a creare delle app. In questo articolo presenteremo quelle che consideriamo le top 7.

IONIC

ionic-mobile-framework

IONIC è uno dei framework in HTML5 più promettenti per lo sviluppo di applicazioni mobili. Realizzato utilizzando SASS, offre molti componenti UI che aiutano nello sviluppo di app ricche ed interattive. Per app più potenti, utilizza il framework JavaScript MVVM, Angular JS.

La particolare struttura di dati, l’interazione con servizi di chiusura progetti e con vari API, fa dell’AngularJS una scelta molto comune tra gli sviluppatori mobili. E con l’entrata in scena di Angular 2.0, focalizzato prettamente sul settore mobile, sicuramente acquisterà ancora maggiore popolarità.

Mobile Angular UI

mobile-angular-ui

Mobile Angular UI è un framework HTML5 che utilizza Bootstrap 3 e AngularJS per creare app mobili interattive. Le principali caratteristiche di Mobile Anglular UI includono:

  • Bootstrap 3
  • AngularJS
  • Componenti mobili Bootstrap 3 come switches, overlays, e barre laterali che sono invece mancanti in un normale bootstrap
  • Moduli AngularJS, come rotazione angolare, angular touch e animazione angolare.

I mezzi responsivi richiesti sono esterni ai bootstrap, sono conservati in file separati e si possono inserire a seconda delle necessità. Mobile Angular UI non presenta nessuna dipendenza da JQuery, tutto quello che serve sono alcune direttive Angular JS per creare delle esperienze uniche per app mobili.
Per avere un’idea delle possibilità di Mobile Angular UI basta dare uno sguardo alla pagina demo. Se invece si vuole andare più in profondità e saperne di più, vi raccomando di leggere l’articolo su come iniziare ad utilizzare Mobile Angular UI.

Intel XDK

intel-xdk

Intel XDK è una piattaforma per applicazioni sviluppata da Intel. Iniziare ad utilizzare Intel XDK è molto semplice: tutto quello che vi serve è scaricare la loro applicazione che è gratuita e disponibile per Linux, Windows e Mac. Offre moltissimi templates per iniziare e supporta un gran numero di frameworks UI, come il bootstrap di Twitter, JQuesy Mobile e Topcoat.

Intel XDK offre la possibilità di avere una preview sul dispositivo connesso mentre si stanno sviluppando i differenti strumenti.

Personalmente, credo che sviluppare utilizzando Intel XDK sia il modo più semplice. Utilizza un approccio drag and drop, anche se allo stesso tempo crea moltissimi codici non necessari. La nostra introduzione ad Intel XDK è un ottimo tutorial per iniziare a sviluppare con questa piattaforma.

Appcelerator Titanium

appcelerator-titanium

Appcelerator Titanium è un framework open source per le applicazioni mobili che offre un ambiente per creare app native per molte piattaforme mobili.
Si tratta di una soluzione completa per creare app ibride con tutto quello che serve in un unico posto. Per iniziare a sviluppare con Titanium bisogna scaricare il Titanium studio. Il Titanium SDK è fornito di un numero di piattaforme mobili API e da un Cloud service da utilizzare appena una app viene conclusa.

Inoltre, Titanium utilizza Alloy, un framework MVC che permette di velocizzare lo sviluppo delle app mobili. I moduli creati utilizzando Alloy sono facilmente riutilizzabili per differenti app, permettendo quindi una riduzione del tempo di sviluppo e delle linee di codici.

Sencha Touch

sencha

Sencha Touch è un framework in HTML5 realizzato creare app che si possono utilizzare su molti tipi di piattaforme, incluse iOS, Android e Blackberry. Nato da alcuni anni, è diventato molto popolare tra gli sviluppatori di applicazioni ibride. Sencha Touch presenta un punteggio molto alto rispetto ai suoi competitors, grazie anche al design che offre un look tipicamente nativo e la possibilità di utilizzo su molte piattaforme.

Iniziare a sviluppare con Sencha Touch non è molto difficile, ma per ottenere il meglio da questo progetto è necessario dedicarvi molto tempo.

Per avere un’idea su come iniziare, si può leggere il nostro tutorial introduttivo dell’anno scorso, o collegarsi alla pagina ufficiale di Sencha Touch.

Kendo UI

kendo-ui

Kendo UI di Telerik è un framework in HTML5 per la realizzazione di applicazioni per più piattaforme. Come nei casi precedenti, anche per Kendo UI non è difficile impararne l’utilizzo, soprattutto per quegli sviluppatori che hanno familiarità con JQuery.

Per iniziare a sviluppare con Kendo UI ci si può riferire alla documentazione ufficiale e al sito, su cui sono presentati moltissimi video tutorial che permettono di imparare ad usare il framework.

PhoneGap

phonegap

PhoneGap è un poco estraneo in questa lista perché non è un framework per creare app, ma per confezionarle e pubblicarle. Si basa sull’open source Cordova ed è di proprietà della Adobe. Con il suo team di supporto, PhoneGap è molto popolare tra gli sviluppatori di app mobili.

Per iniziare ad utilizzare PhoneGap si può scegliere tra lo JavaScript o qualsiasi framework UI. Una volta definito il proprio codice, PhoneGap lo trasmette e lo pubblica sulla piattaforma scelta. Le app realizzate utilizzando PhoneGap utilizzano una visuale web per permettere il rendering dei contenuti.
Per iniziare ad utilizzare PhoneGap si può fare riferimento alla documentazione ufficiale del sito.

Bonus

app.js è una library JavaScript per realizzare web app. E’ molto leggera e, a differenza degli altri framework, non utilizza AngularJS. Offre differenti temi e widgets e si possono realizzare app utilizzando Zepto o JQuery.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo presentato alcuni dei migliori framework per lo sviluppo di app basati sul codice HTML5. Si tratta di un codice per sviluppo in continua evoluzione, che cresce giorno dopo giorno presentando sempre opzioni nuove ed interessanti.

Quali framework avete preferito utilizzare per lo sviluppo delle vostre app mobili?